Guadagnare online facendo ricerche

0

Avete mai pensato che una vostra qualsiasi ricerca su internet avrebbe potuto farvi guadagnare? Non stiamo sicuramente scherzando, ma vi stiamo parlando di un’opportunità davvero golosa… se siete esperti di ricerche in rete!

Il sito che vi offre denaro in cambio di un click si chiama Qmee. Il funzionamento è semplice: dopo esservi registrati al sito, vi viene chiesto di installare un semplice add on nel browser che utilizzerete per effettuare le vostre ricerche. Una volta completato il tutto, non avrete altre operazioni da svolgere e potrete iniziare a guadagnare.

Ora infatti, ogni qualvolta farete una ricerca su Google, Ebay, Amazon e tanti altri siti, vi appariranno dei risultati sponsorizzati. Non dovrete fare altro che cliccarci sopra, e aspettare la vostra ricompensa. Stiamo parlando, di fatto, di denaro vero che può essere guadagnato molto facilmente, e che non è assolutamente impegnativo.

Per qualcuno potrebbe essere un problema il fatto che attualmente, il sito non è attivo in Italia, ma solo in USA e UK. In tal caso, si può utilizzare il sito italiano Blurum che non paga in denaro ma in oggetti. Infatti, al raggiungimento di un punteggio prestabilito, è possibile ricevere gratuitamente un iMac, un iPad oppure tanti altri oggetti di pregio.

Dopo l’iscrizione potrai leggere tutte le informazioni necessarie per decidere se proseguire oppure no. Hai solo un “obbligo”: le tue future ricerche dovranno essere fatte con Blurum, e non attraverso Google e siti simili.

Quanto posso guadagnare online facendo ricerche

Non aspettatevi di diventare ricchi o milionari. Tuttavia, su Qmee, per un semplice click potreste guadagnare dai 5 cent di dollaro ai 30 centesimi. Si, stiamo parlando di dollari perchè, come gia detto precedentemente, il sito non è attivo in Italia, ma solo in USA e UK.

Insomma, guadagnare facendo ricerche on line non è mai stato così facile, e soprattutto remunerativo. Non resta che scegliere il sito più adatto alle tue esigenze, ed iniziare questa nuova avventura “professionale” virtuale.

Condividi

Lascia un Commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.